Abbazia S. Maria di Acqualunga

Orari Visite

 

Le visite si effettuano

solo su prenotazione

 

Per prenotare chiama

il numero 0384/84188

 

Il Recupero

 

I lavori di restauro sono stati intrapresi dall’Abate S.E. Mons. Claudio Baggini poco dopo la sua nomina a Vescovo della Diocesi di Vigevano e Abate di Acqualunga.

L’incarico di progettazione fu affidato all’Arch. Vittorio Sacchi e all’Ing. Pianca Giovanni di Vigevano.

Le fasi di rilievo, ricerca e progetto si conclusero nel 2004 con l’autorizzazione della competente Soprintendenza di Milano nella persona dell’Arch. Paolo Savio Prot. 13035 del 30/09/2004

La parrocchia è piccolissima (18 anime) e priva di risorse economiche proprie, quindi si pose mano alla ricerca di tutti i possibili finanziatori istituzionali e non in modo da garantire le risorse finanziarie per l’esecuzione del recupero.

La rilevanza architettonica, storica ed ambientale facilitò sicuramente l’ottenimento dei finanziamenti necessari da parte dello Stato, della Regione Lombardia, della Conferenza Episcopale Italiana , delle Fondazioni e di Enti e privati.

Tutti gli Enti, in considerazione della rilevanza del monumento e dello stato di degrado in cui lo stesso versava, si sono adoperati al massimo per raggiungere insieme l’obiettivo prefissato.

I lavori iniziarono dalla copertura e dal consolidamento strutturale in modo da mettere in sicurezza l’edificio.

Poi si intervenne sul campanile, sulle interessanti superfici esterne e su quelle interne.

Vi furono interessanti scoperte che richiederebbero uno studio approfondito:  alcuni lacerti di affreschi  antichi scoperti in una intercapedine interna ed ora restaurati e resi visibili e la facciata antica posta dalla parte opposta a quella attuale resa visibile a seguito della demolizione di un portico agricolo addossato di proprietà della Azienda Ospedaliera di Pavia che ha autorizzato di buon grado la demolizione e l’uso dell’area di sua proprietà intorno all’abbazia.

Oggi la chiesa è tornata ad essere fruibile dai fedeli, dai cultori di storia e di arte, dai ricercatori e dai turisti e di tutte le persone che hanno a cuore la cura e la conservazione del patrimonio artistico e culturale della nostra terra.

Si riporta di seguito una tabella riepilogativa  distinta per anno dei finanziamenti ottenuti e delle spese sostenute; di seguito sono indicati i contributi stanziati ma non ancora erogati e gli importi dei lavori eseguiti ma ancora da pagare.

 

 

ENTRATE

 

USCITE

 

ANNO

ENTE

IMPORTO

DITTA

IMPORTO

2003

 

 

 

 

 

FONDI CEI 8‰ – Culto e Pastorale

10.000,00

 

 

 

S.E. MONS. VESCOVO

9.000,00

 

 

2004

 

 

 

 

 

FONDI CEI 8‰ – Culto e Pastorale

14.340,75

 

 

 

ASSICURAZIONE CATTOLICA

1.500,00

 

 

2005

 

 

 

 

 

FONDI CEI 8‰ – Culto e Pastorale

10.603,60

IMPRESA BRANCATO

33.000,00

 

FONDAZIONE COMUNITARIA DI PAVIA 1° BANDO 2004

15.000,00

DITTA TECNOPAL

9.552,73

 

 

ASSICURAZIONE CATTOLICA

1.000,00

P.E. BALDIRAGHI CARLO

2.448,00

 

 

 

NOTAIO PADOVA

600,00

2006

 

 

 

 

 

FONDI CEI 8‰ ANNO 2004

111.450,00

IMPRESA BRANCATO

93.000,00

 

LIONS CLUB

2.000,00

DITTA TREBINO

6.200,00

 

FONDAZIONE COMUNITARIA DI PAVIA 2° BANDO 2004

15.000,00

ENEL

3.429,53

 

FONDAZIONE COMUNITARIA DI PAVIA 2° BANDO 2005

15.000,00

 

 

 

FONDAZIONE DEL MONTE DI LOMBARDIA

20.000,00

 

 

 

MINISTERO DELLE FINANZE CONTRIBUTI EX LEGE 2/12/2005 N. 248

25.000,00

 

 

 

ASSICURAZIONE CATTOLICA

1.000,00

 

 

2007

 

 

 

 

 

FONDAZIONE COMUNITARIA DI PAVIA 1° BANDO 2006

10.000,00

IMPRESA BRANCATO

41.800,00

 

FONDAZIONE COMUNITARIA DI PAVIA 2° BANDO 2006

20.000,00

DITTA ZAPPETTINI

84.000,00

 

MINISTERO DELLE FINANZE CONTRIBUTI EX LEGE 2/12/2005 N. 248

25.000,00

DITTA ACQUAPOL

12.100,00

 

 

 

DITTA FGA DI AUGURUSA

5.781,60

 

 

 

P.I.  BALDIRAGHI CARLO

1.468,80

2008

 

 

 

 

 

FONDAZIONE DEL MONTE DI LOMBARDIA

9.000,00

IMPRESA BRANCATO

21.000,00

 

 

 

DITTA ZAPPETTINI

73.000,00

 

 

 

DITTA SANDRINI

1.683,00

 

 

 

ARCH. RAFFAELI

1.789,60

 

 

 

DITTA FGA DI AUGURUSA

1.870,00

 

 

 

ARCH TREVISAN

739,18

2009

 

 

 

 

 

FONDI CEI 8‰ ANNO 2004

111.450,00

IMPRESA BRANCATO

124.900,40

 

FONDAZIONE COMUNITARIA DI PAVIA 1° BANDO 2007

10.000,00

DITTA ZAPPETTINI

61.350,00

 

FONDAZIONE COMUNITARIA DI PAVIA 2° BANDO 2008

20.000,00

DITTA SANDRINI

243,00

 

FONDAZIONE COMUNITARIA DI PAVIA 1° BANDO 2009

20.000,00

ADR GHIARONI

780,00

 

FONDAZIONE COMUNITARIA DI PAVIA 2° BANDO 2009

20.000,00

DITTA FGA DI AUGURUSA

1.934,90

 

 

 

DITTA A&P DI ALBERTELLI & PASTORE

6.400,00

 

 

 

DITTA LA VIGEVANESE

540,00

2010

 

 

 

 

 

SUMAN DON PIETRO

10.000,00

IMPRESA BRANCATO

40.150,00

 

VENDITA RUDERI EX CASA PARROCCHIALE

3.500,00

NOTAIO TROTTA

2.150,00

 

S.E. MONS VESCOVO

1.850,88

 

 

 

FONDAZIONE COMUNITARIA DI PAVIA 1° BANDO 2010

20.000,00

 

 

 

SINISTRO ASSICURAZIONE CATTOLICA

3.800,00

 

 

2011

 

 

 

 

 

REGIONE LOMBARDIA L.R. 33/91 FRIL 2008/2010 A FONDO PERDUTO

8.750,00

 

 

 

REGIONE LOMBARDIA L.R. 33/91 FRIL 2008/2010 DA RIMBORSARE

8.750,00

 

 

2012

 

 

 

 

 

FONDAZIONE MONTE DI LOMBARDIA

5.000,00

KAIROS RESTAURI

40.150,00

 

FONDAZIONE COMUNITARIA DI PAVIA 2° BANDO 2010

20.000,00

 

 

 

PRESIDENZA CONSIGLIO DEI MINISTRI DECRETO P.C.M. DEL 10/12/2010 DI RIPARTIZIONE DELLA QUOTA DELL’8‰ DELL’IRPEF 2010

34.471,77

 

 

 

REGIONE LOMBARDIA L.R. 33/91 FRIL 2008/2010 A FONDO PERDUTO

7.000,00

 

 

 

REGIONE LOMBARDIA L.R. 33/91 FRIL 2008/2010 DA RIMBORSARE

7.000,00

 

 

2013

 

 

 

 

 

FONDAZIONE COMUNITARIA DI PAVIA 1° BANDO 2013

20.000,00

IMPRESA BRANCATO

42.240,03

 

REGIONE LOMBARDIA L.R. 33/91 FRIL 2008/2010 A FONDO PERDUTO

1.750,00

 

3.671,99

 

REGIONE LOMBARDIA L.R. 33/91 FRIL 2008/2010 DA RIMBORSARE

1.750,00

REGIONE LOMBARDIA L.R. 33/91 FRIL 2008/2010 1° rata 2013

875,00

2014

 

 

 

 

 

 

 

REGIONE LOMBARDIA L.R. 33/91 FRIL 2008/2010 1° rata 2014

875,00

 

 

TOTALI

 

   649.967,00

 

 

 714.543,23

 

 

FINANZIAMENTI STANZIATI E NON EROGATI: MINISTERO DEI BENI CULTUTRALI D. Lgs. 42/04 artt. 35,36 – CONTRIBUTO CONTO CAPITALE  € 129.118,00

LAVORI ESEGUITI MA ANCORA DA PAGARE  € 49.612,77

FINANZIAMENTO BANCARIO IN ESSERE PRESSO BANCA PROSSIMA DA RIMBORSARE € 120.000,00